Che cos’è la dentosofia?

DentosofiaConoscere la dentosofia. I dolori nella nostra bocca e i disordini della postura secondo alcuni scienziati e medici sono tra loro connessi, perché a loro volta sono legati agli equilibri psichici dell’individuo.

Chi è che la pensa così? Chi studia, pratica e diffonde la dentosofia, una parte della medicina alternativa che negli ultimi anni riscuote sempre più successo tra i pazienti.

Chi ne usufruisce è perché ritiene che le carie, così come tutte le malattie e i dolori dell’apparato dentale, non si risolvono, ad esempio, con un apparecchio, ma attraverso una cura psicologica del paziente, perché secondo coloro che sostengono questa terapia non convenzionale i problemi dei denti e della bocca avvengono quando il pazienze non sta molto bene con se stesso.

I denti sono dunque una sorta di specchio del nostro stato d’animo. Esprimono la nostra felicità, o uno stato depressivo, a seconda delle occasioni.

Uno studio che ha sviluppato alcune teorie riguardante il collegamento dente-anima, per dirla in maniera molto figurata. Ad esempio, molti considerano la parte destra della mandibola come appartenente al sesso femminile, mentre quella sinistra a quello maschile.

A loro volta, il canino destro superiore raffigura la forza e il coraggio, riprendendo un po’ l’immagine classica del canino, come principale arma degli animali feroci, ma anche in quelli fantastici come i vampiri.

E quello sinistro riflette l’amore, ma allo stesso tempo l’attaccamento al posto in cui si vive e alla gente che ci abita. Anche queste ultime cose sono dunque sinonimo di forza.

Tutto questo per proseguire il nostro discorso. Così come ogni dente ha una sua interpretazione, ogni carie, secondo la dentosofia, va capita e studiata.

Così il dentosofo, il particolare dentista di questa branchia della medicina alternativa, non usa i trapani per curare i denti, ma l’applicatore polifunzionale.

Una sorta di apparecchio che ricorda quello usato dai boxer per proteggere i denti durante gli incontri di pugilato, che serve a normalizzare la connessione tra dente e stato d’animo.

Una sorta di elaborazione della carie, che grazie a questo apparecchio aiuta ad infondere la giusta tranquillità nel paziente per far si che la dentosofia abbia effetto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*